ABL: I “Banditi” fanno poker

Quarto “Claxton Shield” per la squadra di Brisbane. Perth battuta anche in gara-due. Dieci strikeout per Tim Atherton

SMP IMAGES / ABL MEDIA (http://web.theabl.com.au)
T.J. Bennet
© SMP IMAGES / ABL MEDIA (http://web.theabl.com.au)

I “Banditi” di Brisbane sono la prima squadra a vincere il “Claxton Shield” per quattro anni consecutivi. I Perth Heat si sono arresi anche in gara-due, per 9 a 4, ed il partente di casa Tim Atherton è stato l’MVP, con i suoi 10 strikeout e solo 4 valide concesse in 7 inning.
La partita ha imboccato immediatamente questa strada, con Brisbane sull’1-0 al 1° (fuoricampo di Andrew Campbell) e con vantaggio raddoppiato nella ripresa successiva (battuta-punto di Wade Dutton). Partita di palline oltre la recinzione! Quattro per Perth e una in meno per i padroni di casa. Ma non è stato questo, evidentemente, a fare la differenza.
Un terzo inning da 6 punti è stato quello che ha messo al tappeto gli Heat. Primi tre battitori messi in base da Conor Lourey, e Nick Veale, primo rilievo, che non basta. Il singolo di Logan Wade vale il 3-0, due eliminazioni al piatto, poi un lancio pazzo porta al 4-0 e il doppio da 3 punti di David Sutherland mette in frigo il risultato, anche se prima del terzo “kappa” di Veale ci sta lo spazio per l’ottava segnatura dei Bandits, ancora su lancio pazzo.
I solo-homer di Kozma al 4°, Clare al 5° e Glendinning al 6° e all’8° sono serviti solo a rendere meno pesante il passivo per Perth, con T.J. Bennett che al 4° ha risposto per le rime facendo tutto da solo il 9-1.

Commenta per primo

Lascia un commento