Pirati, con Ceccaroli è finita

Il presidente Pillisio ha comunicato a “Ciga” la decisione di non confermarlo. Il nuovo manager sarà quasi sicuramente Gary Villalobos

Diego Gasperoni
Paolo Ceccaroli ha guidato i Pirati nelle ultime due stagioni
© Diego Gasperoni

Dopo due stagioni alla guida dei Pirati e uno scudetto conquistato al primo colpo, Paolo Ceccaroli non è più il manager del Rimini Baseball. Il presidente Simone Pillisio ha maturato questa decisione nelle ultime settimane e quando ha fatto rientro in Italia dopo un periodo trascorso in Repubblica Dominicana, ha chiamato direttamente “Ciga” comunicandogli la notizia. “Voglio ringraziare Paolo Ceccaroli per quello che ha fatto per il Baseball Rimini, ho apprezzato il suo lavoro in questa stagione che abbiamo condiviso. E non ho preso la decisione di cambiare la guida tecnica della squadra per i mancati risultati ottenuti sul campo”.

Ma chi sarà allora il nuovo manager dei Pirati? “Credo proprio che la scelta cadrà su Gary Villalobos – continua Pillisio – un tecnico che ha lavorato molto bene quest’anno a Rimini nello staff di Ceccaroli. Ho saputo apprezzare le sue doti tecniche e umane e mi sembra che gli stessi giocatori abbiano avuto una buona impressione”.

Pillisio non molla un altro suo pallino. “Sono in contatto continuo con Renny Duarte che è stato l’allenatore di Novara quando ero presidente. Un personaggio carismatico col quale spero di lavorare ancora in futuro, anche se per quest’anno aveva già preso alcuni impegni ai quali non può rinunciare”.

Gary Villalobos è un allenatore venezuelano, compirà 48 anni tra meno di un mese, attualmente è impegnato come coach nella Lega Venezuelana, ha già lavorato in Italia con Bologna e Parma e nella società ducale era nello staff con Orlando Munoz prima che “Pepita” scendesse in riva all’Adriatico.

Carlo Ravegnani
Informazioni su Carlo Ravegnani 110 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.

Commenta per primo

Lascia un commento