Perché Città ed Academy non sono state ripescate

Secondo la Fibs il Città di Nettuno era riconducibile a Piero Fortini, presidente del Nettuno 1945. L’Accademy invece non aveva specificato chiaramente il campo su cui avrebbe giocato

ML-Oldmanagency (FIBS)
Un'immagine della riunione del Consiglio Federale
© ML-Oldmanagency (FIBS)

La FIBS, lo scorso 22 dicembre, ha deciso come sarebbe stato il campionato di A1 nel 2019, dicendo no al ripescaggio tanto del Nettuno Academy quanto del Nettuno 1945. Di più non si era riuscito a sapere.
Adesso qualcosa è trapelato.
In sostanza, a parere del Consiglio Federale, il Nuova Città di Nettuno, fallito, sarebbe stato riconducibile a Piero Fortini, attuale presidente del Nettuno 1945 che chiedeva il ripescaggio. Sarebbe stato – sempre secondo il CF – come permettere la prosecuzione dell’attività ad una società fallita. Ovvero impensabile. Oltretutto il Nuova Città di Nettuno avrebbe ancora un debito superiore ai 10.000 euro con la federazione, del cui piano di rientro avrebbe parlato e trattato proprio lo stesso Piero Fortini l’anno scorso.
Deciso questo, al Nettuno Academy non è stato concesso di conseguenza il ripescaggio, in primo luogo perché a quel punto il campionato sarebbe diventato con un numero di squadre dispari, cosa esclusa dal consiglio già in una precedente riunione. In secondo luogo poi anche perché l’Academy aveva nella richiesta genericamente indicato come campo di gioco un generico impianto “idoneo”, senza specifiche.
A margine di tutto questo, una nota di cronaca: parrebbe che la federazione sia intenzionata ad inserirsi nel fallimento del Nuova Città di Nettuno.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 481 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.