Tokio è più vicina a Bologna e Parma

Il primo sì c’è stato. Il Torneo di Qualificazione Olimpica dell’anno prossimo dovrebbe giocarsi in Emilia. In settimana il sopralluogo agli impianti

WBSC

Da oggi la possibilità che siano Bologna e Parma ad ospitare l’anno prossimo il Torneo di Qualificazione Olimpica Europa/Africa è concreta.

Questa mattina infatti, a Casalecchio di Reno, l’incontro “ufficiale” fra i rappresentanti dei club delle due città e della federazione mondiale. Il presidente della WBSC, Riccardo Fraccari, ha messo sul tavolo quali sono le direttive a cui chi organizzerà l’evento dovrà sottostare. Dall’Emilia è stato confermato il “si può fare”. Adesso si passerà al sopralluogo della commissione mondiale per gli impianti, che di qui a più o meno sette giorni dirà quali sono i lavori che dovranno essere fatti (luci, tabelloni, orologi, eccetera). A stretto giro dovrà arrivare il sì o no definitivo di chi dovrà organizzare il tutto (altrimenti il compito, dopo la rinuncia della Germania, passerebbe all’Olanda) dal momento che la federazione italiana si è accollata in pratica il puro compito di apporre il timbro sulla candidatura, lasciando obblighi e onori alle società. Infatti oggi a Bologna non c’era nessuno a rappresentare la FIBS.

L’assegnazione definitiva poi si avrà il 20 dicembre in occasione dell’Esecutivo WBSC a Roma.

Ricordiamo che alla qualificazione olimpica, con in palio uno dei posti per le Olimpiadi 2020, saranno ammesse le prime cinque classificate del prossimo Campionato Europeo e la rappresentante dell’Africa. Sei squadre che si affronteranno in un girone all’italiana di sola andata, a partita singola, senza alcuna finale e con la prima in classifica che staccherà il biglietto per Tokio, con applicazione delle regole WBSC in caso di arrivi alla pari.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 431 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.