A Bologna il match clou, tutto aperto per i play off

La sfida tra i padroni di casa primi in classifica e il Città di Nettuno ha ricadute anche sul resto della classifica. Rimini, super Romero 

 Va in scena al "Gianni Falchi" di Bologna il clou della terza di ritorno della massima serie. I felsinei, finora dominatori assoluti del torneo, ospitano il Città di Nettuno reduce dalla "doppietta" nei confronti di San Marino, utile a piazzarsi di diritto nella zona play off. Bologna domina non solo la classifica del campionato, ma tutte quelle di attacco (ha una media di squadra di 322, oltre a primeggiare in ogni voce legata al box di battuta), difesa (appena 14 errori) e sul monte di lancio (2.25 la media pgl). Proprio sulla collinetta è tutta da seguire la sfida di questa sera, quando saliranno Rivero per i padroni di casa (1,33 di pgl, 6 vittorie e nessuna sconfitta) e Richmond per gli ospiti (75 k a segno, è il leader). La partita, inoltre, è un classico del nostro baseball.
 
Una cosa appare certa: se Bologna passa indenne le due sfide contro i tirrenici, oltre a confermare la sua potenza ha in mano le sorti del campionato. Ovviamente sperano in un cedimento della squadra nettunese sia il Rimini, che consoliderebbe il secondo posto, sia Parma e San Marino. La prima è in parità con la squadra di Guglielmo Trinci e potrebbe "allungare" per garantirsi un posto nei play off, la seconda deve recuperare terreno.
 
La sfida tra San Marino e Parma – con un orecchio a quello che succede proprio a Bologna – diventa così molto interessante. I ducali battono di più (media 261 contro 201 del San Marino) ma sul monte vanno peggio (pgl 2,76 contro 2,58). I padroni di casa sanno che non hanno scelta: vincere due partite, andare a meno 1 da Parma con una gara da recuperare (e vincere) contro Padova.
 
I veneti – in teoria – possono ancora dire la loro per la zona play off. La matematica non li condanna, ma vincere due volte contro Rimini è impresa difficile, se non impossibile. I romagnoli hanno una media squadra di 292 nel box – i patavini 280 – e un certo Romero che viaggia all'impressionante media di 500 in battuta: 31 valide su 62 turni. Mancano i fuoricampo, ancora deve batterne uno, ma un rendimento così è impressionante e (a memoria) in Italia non ha eguali in passato. Anche sul mound meglio Rimini (2.28 di pgl di squadra) dei padroni di casa che hanno 3.81.
Servirà a dire chi non occuperà l'ultima casella della classifica, invece, la sfida tra Nettuno baseball city e Padule. Nel box meglio i ragazzi allenati da Carlo Morville (207 la media, contro un misero 173) sul monte è come sparare alla Croce rossa, le squadre hanno rispettivamente 7.72 e 7.38 di media pgl. Idem in difesa: 35 errori i nettunesi, 30 i fiorentini. I risultati che usciranno dal campo serviranno più alla gloria e a far fare esperienza che ad altro. 

Commenta per primo

Lascia un commento