La Coppa Campioni resta nel mirino del Rimini

Unipolsai battuta 2 a 1 nella semifinale e romagnoli che vanno alla finale di domani pomeriggio contro la vincente fra Rotterdam e Rouen. Eroe dei neroarancio Ruiz

Va avanti il Rimini, verso la finale di domani: Bologna è fuori. La prima semifinale di Coppa dei Campioni se la sono messa in tasca i campioni d'Italia romagnoli, col risultato di 2 a 1. Domani dovranno giocarsi il titolo continentale con la vincente fra Neptunus Rotterdam e Rouen Huskies.
L'Unipolsai, che teoricamente partiva da favorita per come si erano messe le cose a Rotterdam, esce in anticipo. L'eroe in neroarancio è Raul Ruiz – vicende personali a parte, per cui gli vanno le nostre condoglianze – che aveva tirato 5.2 riprese, con 78 lanci a referto, mercoledì nell'apertura con gli Huskies campioni di Francia. E oggi è rimasto sul monte per altre 113 sbracciate da lanciatore!
Per i bolognesi, e per Frignani, secondo le dichiarazione della vigilia doveva essere la situazione che si era immaginata e che aveva dichiarato: un partente fresco per la semifinale: Rivero, anche se da partente aveva giocato una sola volta quest'anno. Contro un Rimini che si era dovuto svenare ieri a livello di pitcher. Invece Ruiz ha fermato a quattro valide l'Unipolsai, mentre i compagni in attacco ne concentravano tre al 2° ed altrettante al 6° per quei due punti che sono bastati per vincere.
La Fortitudo è riuscita a fare 1 a 1 con l'aiuto di un errore al 5°, ma non ha mai dato l'impressione di esserci, sul risultato. Il Rimini poteva aspirare a qualcosa di più nell'inning dell'1 a 0, a basi piene e zero fuori, fermato da una battuta in doppio gioco di Di Fabio, così come al 6°, quando si è fermato sul 2 a 1, con uomini in prima e seconda e nessun eliminato (poi in seconda e terza con un out, e due "kappa" a carico di Di Fabio e Miquel Noguera). E magari anche al 7°, quando alla valida di Garbella è seguita quella di Romero su Brolo Gouvea, e ancora una doppia elimazione sulla battuta di Angulo ha evitato ai petroniani guai maggiori.
Dal 7° in poi l'Unipolsai non ha più dato l'impressione di potersi rimettere in corsa: un singolo di Marval ha aperto il nono inning, ma il doppio cambio Ruiz-Kelly per giocarsi Mazzanti, e poi Kelly-Hernandez per chiudere le ultime due eliminazioni ha visto vincere Ceccaroli.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 448 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento