La Leonessa Brescia all’esame dei Patrini Malnate

Occhi puntati sabato sul “Gurian Field” per lo scontro dal sapore playoff tra i prealpini campioni d’Italia e le rondinelle lombarde. Squadre sarde attese in Friuli Venezia-Giulia dall’orgoglio bisiaco degli Staranzano Ducks

22esimo campionato di baseball per ciechi diviso oggi in due fasce distinte. Se Patrini, All Blinds, Lampi e Leonessa hanno praticamente già staccato il pass alla postseason, dietro si lotta ferocemente per le posizioni di rincalzo. Alla luce di una classifica cristallizzata, la sfida di sabato mattina tra Malnate e Leonessa Brescia, prima e quarta forza del torneo, assume una valenza decisamente intrigante in ottica “Final Four” e potrebbe fornirci indicazioni reali circa il valore tecnico effettivo di due squadre al momento in grande salute. Il condizionale è d’obbligo, purtroppo, perché sul proscenio del “Gurian Field” al playball delle 10.30 potrebbero mancare alcuni tra i protagonisti più attesi sulla sponda gardesana.
A Baseball.it, il capitano della Leonessa, Sarwar Ghulam, ha annunciato infatti la defezione di Gigi Toigo, il sophomore trentino al secondo anno in AIBXC, cresciuto parecchio in stagione, specialmente nel box, dove statisticamente rappresenta la terza bocca da fuoco dei Leoni bresciani, dietro la “Pakistan Connection” di slugger costituita da Sarwar Ghulam e Qadeer Asghar. Confermati inoltre da skipper Giurleo i forfait degli utility men Ashli E Pagano, positional player assai funzionali alla Leonessa, ordinati in difesa, di tutto rispetto anche al piatto. Nessun problema apparente di line up invece per i Patrini: i varesini si preparano a questa sfida con puntiglio, concentrazione e la consueta determinazione, dall’alto di un percorso netto che non conosce battute d’arresto da oltre un anno (l’ultima sconfitta di Malnate risale infatti al 24 aprile 2017 contro i Thunder’s 5 Milano).
Grande attesa al “Gurian Field” per la sfida nella sfida rappresentata dal duello tra il guanto dell’incredibile Gaetano “Orecchio Bionico” Casale, leader assoluto nella categoria assistenze, alle prese con le legnate poderose dello slugger bresciano Sarwar “Gigante Buono” Ghulam, già 13 homers in stagione. Proprio Casale ci ha sottolineato l’importanza strategica di questa gara, al netto delle possibili assenze di cui comunque c’è di che rammaricarsi sotto il profilo dello spettacolo.
“La Leonessa oggi è la squadra più in forma del campionato. Sono giustamente gasati, hanno un grandissimo allenatore in Fabio Giurleo, numero uno nel motivare, correggere eventuali lacune tecniche e infondere consapevolezza nelle potenzialità della squadra…. Peraltro a noi partite di questo genere servono come il pane: richiedono concentrazione massima e risaltano le nostre migliori qualità, animus pugnandi da vendere, killer-instinct sportivo unito alla capacità di alzare ulteriormente l’asticella quando il gioco si fa duro”.
Nel fine settimana AIBXC si assisterà inoltre ad un nuovo massiccio sbarco delle corazzate sarde in continente: Thurpos e Tigers Cagliari attesi infatti dagli Staranzano Ducks in terra bisiaca per due partite incerte sulla carta, sicuramente divertenti, proprio per l’assenza di pressione o ansia da prestazione con cui le tre formazioni affronteranno gli impegni in diamante.
Levataccia per tifosi Ducks e Thurpos (squadre già in campo alle 9.30 di sabato), con Giuliani e “Orbi” isolani decisi a confermare i miglioramenti tecnici mostrati alle ultime uscite. Playball domenicale invece per Paperotti e Tigri cagliaritane, inizio gara fissato per le 13.30: Tigers ancora piuttosto gasati dal successo prestigioso ottenuto 15 giorni fa a Roma contro il Bologna, pronti ad approfittare di eventuali cali di stanchezza dei Ducks alle prese con il loro primo back-to-back stagionale. Paperi che, dal canto loro, sanno letteralmente trasformarsi in campo tra le mura amiche del Comunale di Staranzano e che, parola del trascinatore Moreschi, “hanno iniziato ad ingranare seriamente “.

 

Matteo Briglia
Informazioni su Matteo Briglia 164 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento