La terza di ritorno in A federale non cambia la classifica ma…

Dallo scorso fine settimana sono arrivate delle importanti indicazioni: Macerata peggiora la crisi del Jolly Roger, Ronchi ferma la corsa del Paternò; Bollate e Padule fanno la voce grossa

La terza giornata di ritorno del campionato di serie A federale non ha cambiato niente in classifica ma ha dato indicazioni particolari. Cominciamo dal fondo: dalla quinta sconfitta nelle ultime sette partite del Pellegrini Jolly Roger, battuto al «Simone Piani» di Castiglione dal Macerata dell'ex Paolo Minozzi. «Credevo che la vittoria di Foggia – dice il direttore sportivo grossetano Sandro Chimenti – fosse servita a cancellare il periodo nero. Non siamo invece usciti dal tunnel. La squadra ha un atteggiamento sbagliato e si crea problemi che non ci sono. E' il momento di ripartire». I maremmani allenati da Paolo Rullo si sono trovati sotto già dal primo inning di gara1, in cui Macerata ha segnato due punti su Pancellini (che si è comunque ripreso). In garadue meglio Rodriguez (10so) dell'infortunato Marquez, uscito al quinto con tre punti subiti per una ferita alla mano.
I marchiani conservano così due gare di vantaggio sul Godo, che recupera in garadue (con un Palencia stratosferico: 11rl, 3bv, 16so) la sconfitta iniziale di Foggia. Decide la volata di sacrificio di Minghelli. Perdente un bravo Vasquez Mesa (3bv-14so). Padule alza la voce e piega due volte Viterbo e aggancia i romagnoli al secondo posto.
Nel girone i lanciatori Nardi e Pasquali fermano le mazze del Paternò in gara1, ma il solito Wilber Perez (3bv-12so) con l'aiuto di Torres, sorreggono la squadra siciliana che chiude con sei punti tra il 5° e 6° inning. Imola vince la prima sfida, ma non riesce a fare il pieno a causa dell'oscurità contro Bologna.
Nel girone A il Bollate fa doppietta, con le vittorie sul monte di Grassi (6bv) e Bisset (2bv in 5rl) e stacca Collecchio che si fa battere in casa dal Senago Milano (Realini e Banfi protagonisti in attacco), ma riesce a salvare il turno con un Jepez stellare: 3bv-14so. Modena passa in garauno a Brescia, ma si viene fermata da Noguera (8bv-13so), che vince il duello con Cipriano Ventura. Decide la valida di Loardi al 3°.

I risultati della terza di ritorno.

Girone A: Collecchio-Senago Milano 4-7, 4-0; Oltretorrente-Cagliari 11-7, 1-12 (7°); Brescia-Modena 2-10, 1-0; Sala Baganza-Bollate 2-8, 0-12 (7°). La classifica: Bollate 800 (16-4); Collecchio 706 (12-5); Modena 611 (11-7); CUS Brescia 438 (7-9); Oltretorrente 368 (7-12); Sala Baganza e Cagliari 353 (6-11); Senago Milano 313 (5-11). 

Girone B: New Black Panthers Ronchi dei Legionari-Red Sox Paternò 5-3 (6°), 1-8; Verona-Trieste 11-0 (7°), 10-1; Redskins Imola – Bologna Athletics 9-3, sosp.oscurità 8° sull'1-1; S.M Srl Nuova Pianorese-Castenaso 8-1 (6°), 2-5 (10°).
La classifica:Red Sox Paternò 750 (15-5); Redskins Imola 737 (14-5); New Black Panthers  650 (13-7); Nuova Pianorese e Verona 474 (9-10); Castenaso 444 (8-10); Bologna Athletics 389 (7-11); Trieste 053 (1-16).
Girone C: Potenza Picena-Viterbo 2-0, rinv.; Padule-Anzio 9-6, 9-4; Jolly Roger-Macerata 2-9, 3-6; Godo-Foggia 2-3, 1-0 (11°). La classifica: Macerata 722 (13-5);  Godo e Padule  650 (13-7); Jolly Roger (11-8); Foggia e Viterbo 368 (7-12); Anzio 350 (7-13); Potenza Picena 294 (5-12).  

 

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 287 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento