Pari al Fenway Park, Cardinals duri a morire

Dopo il tonfo in gara-1, St. Louis rimonta clamorosamente e strappa la seconda sfida a Boston. Stasera un match che potrebbe già segnare una svolta importante per le World Series 2013

Boston (USA) – Potevamo essere già sul 2 a 0 per i Boston Red Sox, dominanti in gara 1 e cinici nella seconda sfida, ma invece i St.Louis Cardinals hanno mostrato ancora una volta di essere ultimi a morire e, grazie ad una clamorosa rimonta dopo essere andati in svantaggio per 2 a 1, hanno ribaltato il punteggio e impattato la serie. E' questo il breve riassunto di quanto accaduto nelle prime due sfide delle World Series 2013 della Major League, giocate da due squadre tanto similari tra loro come caratteristiche sul monte di lancio ma tanto differenti, invece, a livello di lineup.

Il primo successo della serie è arrivato per Boston grazie allo swing potente e preciso di due giocatori del calibro di Mike Napoli (doppio da 3 RBI a inizio gara) e David Ortiz (ennesimo fuoricampo della carriera ai playoff), i quali sono stati bravi a concretizzare al massimo quanto era stato messo a disposizione dai propri compagni in ambedue le circostanze.

Nella seconda partita, stava accadendo la stessa cosa. In un duello super tra John Lackey e Michael Wacha sul monte di lancio, era ancora Big Papi a rubare la scena a tutti, mandando sopra il green-monster il lancio del pitcher di St.Louis per il momentaneo 2 a 1 che aveva fatto impazzire di gioia tutto il Fenway Park.
Nessuno però aveva tenuto conto della rimonta dei Cardinals che da squadra abile nel giocare "una base alla volta" è stata in grado di ribaltare il risultato, aiutata anche da due errori difensivi di Boston.
Tra poche ore si giocherà gara 3 che, come mai in questa situazione, potrebbe diventare il crocevia fondamentale delle World Series 2013.

Avatar
Informazioni su Daniele Mattioli 4 Articoli
Creatore e direttore del sito Grandeslam.net, è nato il 12 agosto 1991 e si è appena laureato in Scienze Politiche (sociologia) all'Università di Bologna. Ha scoperto il baseball grazie ai suoi genitori che nel 2001 gli regalarono per il compleanno mazza e guantone, insieme al gioco Triple Play. Dal settembre 2010 al gennaio 2013 (mese di chiusura del portale) è stato Direttore Responsabile delle sezioni di pallamano e baseball per il sito Arena Sportiva, per il quale è stato inviato in America sia alle World Series 2010, commentando la vittoria dei San Francisco Giants sui Texas Rangers, sia a quelle del 2011, raccontando del successo di St. Louis sempre su Texas. Ha commmentato in diretta telesiva streaming su Stadeo.tv la Finale di Coppa Campioni 2010 tra la Fortitudo Baseball e l’Heidehneim Baseball, vinta dalla squadra bolognese. Da maggio 2011 è la voce della Web-Radio "Radio Arena Sportiva". Al momento, oltre che dirigere il sito Grandeslam.net, fa parte dell'ufficio stampa della Fortitudo Baseball Bologna, collabora con l'ufficio stampa della FIBS e trova il tempo anche per scrivere libri, come nel caso di “Baseball e USA: binomio perfetto”, pubblicato da Sassoscritto Editore e vincitore del Premio della Critica al Premio Internazionale Letterario Montefiore 2013.

Commenta per primo

Lascia un commento